La Comunità oggi

LA COMUNITA' DEGLI ITALIANI OGGI

 

Dopo diversi anni la Comunità degli Italiani di Spalato è lieta di pubblicare nuovamente il suo giornalino che racconta la storia della CI (in seguito CI), dal suo passato alle attività attuali, ma che anche descrive cosa vuol dire essere italiani a Spalato.

La nostra CI dalla presidenza della Sig.ra Giovanna Asara Svalina (novembre 2013) gode di un prosperoso aumento di vivacità e attività che avvicinano sempre più persone non solo italiane ma anche croate, amanti della lingua e cultura italiana.

Allo storico corso di italiano per adulti, tenuto dalla prof.ssa Helena Lučić, se n'è aggiunto un altro con un numero di allievi totale che supera la sessantina. Naturalmente un ringraziamento speciale va fatto alla prof.ssa Romana Borić che per anni è stata alla „guida“ di questo corso.
Anche i bambini ed i ragazzini hanno avuto la possibilità di venire per la prima volta in contatto con la lingua italiana proprio nella nostra sede e grazie al grande impegno della prof.ssa Ivana Balov.
Un corso di italiano con terminologia specifica è stato organizzato per gli addetti della polizia di Spalato, felici di poter finalmente imparare tutto ciò che potrebbe essere utile per i turisti italiani che possono trovarsi in difficoltà nella nostra città.

Le mostre d'arte sono rimaste un „must“ della nostra CI. Tra le tante citiamo la mostra fotografica di Antonio Rossetti rappresentante la colorita flora e fauna dell'Adriatico.

Una prova che la nostra CI organizza attività per tutti i gusti è anche la rassegna di film italiani in collaborazione con la cineteca „Zlatna Vrata“ di Spalato. Durante le 5 serate si cercava un biglietto in più in quanto la sala era affollata.

Grande successo ha avuto anche il „Percorso Di Vino“ tenuto dal professionista sommelier Simone Bianconi che durante 6 incontri ha presentato le bellezze enologiche delle diverse regioni italiane.

In collaborazione con l'Universit di Filosofia di Spalato e la Società Dante Alighieri è stata organizzata la settimana della lingua italiana con varie conferenze e film.

La nostra sede ha, inoltre, da sempre ospitato celebri professori e studiosi che hanno organizzato diverse conferenze. Tra le più recenti citiamo „Stefano Cosmi- Veneziano, Arcivescovo di Spalato“ del Cav. Mladen Čulić-Dalbello, „Totò-la maschera della comicità italiana“ del prof. Srečko Jurišić e „L'amicizia come valore universale“ del dott. Damir Dragičević.

In occasione del Natale 2014 la CI ha organizzato presso la chiesa S. Filippo Neri di Spalato la messa in lingua italiana, cantata dal tenore Vinko Maroević.

Un evento recente (02.02.2015) è stata l'apertura della nostra biblioteca, che conta oltre 1600 volumi in lingua italiana (solo una parte è in lingua croata). Si tratta di donazioni soprattutto da parte dell'Università Popolare di Trieste alla quale la CI è alquanto riconoscente dato che la sua biblioteca è diventata la più importante della regione spalatina per quanto riguarda la lingua italiana.

L'evento che purtroppo ha suscitato tristezza nella nostra CI è stata la chiusura del Consolato d'Italia a Spalato (30.11.2013) contro la quale i soci hanno lottato raccogliendo 3000 firme tramite petizione, ma ahimè senza nessun risultato.
Ma la CI non si è arresa e come prova è stato il festeggiamento solenne della Festa della Repubblica il 2 giugno 2014, volendo mantenere la tradizione che prima seguiva il Consolato. Alla festa era presente anche il sindaco di Spalato, il sig. Ivo Baldasar.

Tra le autorità che ci hanno fatto visita oltre al Sindaco di Spalato, sono stati anche l'Ambasciatore d'Italia Emanuela D'Alessandro, il Console Generale di Fiume Renato Cianfarani, i rappresentanti dell'UPT di Trieste, il Pres. Fabrizio Somma e il Direttore Generale Alessandro Rossit, l'onorevole Ettore Rosato, il Presidente dell'Unione Italiana l'on. Furio Radin, il Pres. Della Giunta Esecutiva dell'UI Maurizio Tremul, il Generale Elio Ricciardi e altri.

Spalato comunque non è rimasta senza una figura rappresentante l'Ambasciata di Zagabria, nel marzo 2014 infatti è stata nominata Viceconsole onoraria la sig.ra Maja Medić con la quale la CI collabora.

Da questa breve introduzione i lettori possono ben capire la vivacità di attività ed il movimento sempre più ricco di cui gode la nostra CI, che è aperta 7 giorni su 7. Tramite queste poche righe vogliamo ringraziare i soci che si danno da fare perché questa nostra Comunità diventi il punto più importante per gli Italiani e non di questa zona. La voglia di fare è tanta e le idee non mancano, per questo pensiamo il futuro della CI sia sempre più prosperoso.

 

 Antonella Tudor Tomaš

HELIX_NO_MODULE_OFFCANVAS